Campi Flegrei

Zone di provenienza: Cigliano nel Comune di Pozzuoli, Cuma nel Comune di Bacoli, Località Monte di Procida.
Il suolo derivante dal succedersi d’eruzioni vulcaniche è ricco di ceneri, lapilli, pomici, tufi e microelementi che, per la loro presenza, determinano nelle uve e nei vini, aromi e sapori unici.
La natura vulcanica delle aree di sedime ha preservato dalla fillossera della vite (il flagello che ha imperversato in Europa nella seconda metà del XIX sec.): le uve che così salvate, sono dette dagli enologi a piede franco, originarie non innestate.
Vino dall’invidiabile storia, prende il nome dal sistema detto alla puteolana, ancora oggi utilizzato, che prevede dei pali di sostegno per le viti, in latino falangi da cui deriverebbe Falanghina. Il vitigno flegreo appartiene all’aristocrazia ellenica ed è coltivato 
a piede franco.

Vigneti Farro